RSS Feed

1° MARZO 2010 – LO SCIPERO NELLE FABBRICHE A REGGIO EMILIA

Posted on domenica, Febbraio 28, 2010 in Comunicati


marzo 2010 – Reggio Emilia – lo sciopero nelle fabbriche

Tante
le aziende metalmeccaniche che aderiscono alla giornata di mobilitazione
e sciopero

 tratto dal sito di globalproject

Il
comitato per il Primo Marzo
presenta i dati dello sciopero: in quasi tutte le aziende
metalmeccaniche
della provincia sono previsti momenti di mobilitazione che
coinvolgeranno
centinaia di lavoratori immigrati e italiani.

Le modalità di
adesione andranno
dallo sciopero di 8 ore alla fermata con momenti informativi promossi
dalle
rappresentanze sindacali delle aziende; riportiamo alcuni esempi:


Terim di Rubiera: 8 ore di
sciopero per i  180 dipendenti

– Ipcleaning di rubiera: 4 ore di
sciopero per 160 dipendenti

– RCF di Reggio Emilia: 1 ora di
sciopero per i 200 dipendenti

– Zincatura Padana della Val
d’Enza: nei tre turni sono previste 4 ore di sciopero per ogni turno


Corghi di Correggio e Faba di
s. Ilario: fermata di ½ ora con i lavoratori immigrati  che si astengono
dal lavoro per tutto il
giorno

– Tecnogas di Gualtieri e
Cuccolini di Regio Emilia: fermata con momento informativo ed assemblea


Nuova SPC di Reggio: ¼ d’ora di
fermata per 60 dipendenti

Il Primo marzo 2010, noi
migranti e noi italiani assieme, diremo che siamo tutti stranieri
davanti al
clima di razzismo, xenofobia e sfruttamento che avvelena l’Italia e che
le
sfide del nostro tempo le vinceremo solo comprendendo che abbiamo
origine
diverse, ma le stesse prospettive, gli stessi diritti, la stessa libertà
da
difendere;
per un futuro d’integrazione, per una città libera e
plurale è
necessaria una risposta forte.

COME FAREMMO SENZA GLI
IMMIGRATI?

Be the first to comment.

Leave a Reply